Miglioramenti ambientali

La nostra iniziativa ha come scopo il miglioramento ambientale di un territorio che amiamo e frequentiamo: il Medio Brenta.
Il fiume è per noi è un po’ come una casa che va mantenuta pulita ed efficiente per questo, nei prossimi anni, ci occuperemo di diverse attività che miglioreranno l’area da Bassano del Grappa a Padova.
Nella mappa puoi vedere i diversi interventi di conservazione e miglioramento ambientale previsti dal progetto LIFE Brenta 2030 e dal GO Brenta 2030. 

Gli interventi di conservazione sono multifunzionali: tutelano la biodiversità e migliorano la qualità della risorsa idrica, aumentando anche la quantità di acqua infiltrata in un’area di ricarica della falda acquifera. 

Il LIFE Brenta prevede diverse azioni finalizzate al ripristino di ecosistemi umidi e al mitigamento della frammentazione ecologica nei siti Natura 2000 di Nove, Cartigliano, Tezze Sul Brenta, Carmignano di Brenta e Fontaniva. 

Inoltre, il GO Brenta realizzerà un’area umida dimostrativa su un terreno agricolo tradizionale a Pozzoleone. Per area umida dimostrativa intendiamo una zona con presenza di acqua che permetterà lo svilupparsi di flora e fauna specifiche e che verrà utilizzata per mostrare i risultati di un uso sostenibile delle aree agricole e i benefici che esso può dare a cittadini e agricoltori.

Tali interventi ricadono sotto la definizione di Natural Water Retention Measures e rispondono alle priorità individuate dalla Regione, essendo inseriti tra gli Interventi di Conservazione previsti dall’Allegato B alla DGR n.786 del 27/05/2016.

Il LIFE Brenta  interventi mirati per il potenziamento delle infrastrutture utili a ridurre l’impatto che l’uso ricreativo dell’area ha sulla biodiversità.

Questi interventi sono fondamentali per garantire la conservazione degli ecosistemi che si andranno a realizzare (specialmente nel caso di aree fragili come quelle umide) e per diminuire l’impatto su tutta l’area e aumentare la consapevolezza ambientale dei visitatori attraverso una cartellonistica diffusa.

Grazie ai fondi LIFE verranno realizzate numerose attività di miglioramento del sistema di raccolta rifiuti e di sorveglianza ambientale nell’area del Medio Brenta.

Uno degli obiettivi del programma LIFE è infatti il cambiamento di mentalità delle persone che vivono e utilizzano i territori coinvolti nel progetto. Per aumentare la consapevolezza ambientale dei visitatori sono previste numerose attività di formazione ad esempio:
400 interventi nelle scuole, gite didattiche, un corso per i tecnici comunali e le associazioni
12 giornate “Puliamo il Brenta” aperte ai cittadini

Inoltre, a supporto delle misure previste dal Piano d’Ambito Integrato, un operatore dedicato che si occuperà del monitoraggio del sito e verrà formato per condurre l’attività di raccolta rifiuti e sorveglianza ambientale.

Condividi questa pagina